Ci sono diversi modi in cui puoi imparare come fare soldi bloggando e fare legittimamente soldi online.

Ci vuole moltissimo tempo e uno sforzo dedicato da parte tua per iniziare, ma una volta che hai costruito le fondamenta del tuo redditizio blog, diventa una fonte di entrate passive dove puoi sbizzarrirti a creare idee sempre nuove per ottenere il tuo guadagno.

Come fanno i blogger, soprattutto gli Americani (che sono quelli che condividono i loro report mensili) a fare così tanti soldi online? È una combinazione tra una serie di profitti derivanti dal blog:

  1. Link di affiliazione
  2. Messaggi sponsorizzati
  3. Annunci
  4. vendita ebooks
  5. corsi
  6. Propri servizi / prodotti

Iniziare a creare il blog

Il primo passo per iniziare a guadagnare con un blog è quello di creare il proprio blog possedendo un proprio dominio / hosting.

Siti gratuiti come Tumblr e Blogger non ti consentono di pubblicare annunci e le aziende non collaboreranno con te come affiliato.

Potresti pensare di risparmiare soldi utilizzando un sito di hosting gratuito, ma non è affatto gratuito se stai perdendo la possibilità di fare soldi sul tuo blog!

In questo articolo abbiamo raccolto tutte le info necessarie a creare un blog di viaggi partendo dall’hosting. Quale hosting scegliere? Potreste pensare di iniziare con Bluehost o di partire subito in maniera professionale (e più costosa) con Siteground.

Come monetizzare il blog

Se avete già iniziato il vostro blog e magari è da un po’ che vi chiedete come mai il vostro blog non riceva gli incassi sperati fatevi questa domanda: Il tuo blog sta fornendo valore ai tuoi lettori dando loro informazioni di qualità e oneste? Trovano sul tuo blog informazioni che non possono invece trovare altrove? Qual è il tuo valore aggiunto?

La creazione di contenuti di blog onesti con informazioni sui prodotti pertinenti e utili aumenterà la fiducia con il tuo pubblico. Costruire la fiducia è fondamentale in qualsiasi attività commerciale, il tuo blog non è diverso!

Ancora meglio è quando si ha la possibilità di testare in prima persona un prodotto, che sia un oggetto o una vacanza, le foto scattate in prima persona o con il vostro marchio riconoscibile (come ad esempio un filtro fotografico che utilizzate sempre) o magari creando un video su youtube che mostra la recensione del suddetto aiuterà sicuramente i vostri lettori a fidarsi di voi.

Monetizzare il tuo blog significa, letteralmente, farlo funzionare come una fonte di reddito. Come accennato in precedenza, puoi monetizzare il tuo blog in vari modi, il più comune dei quali troviamo il metodo di affiliazione.

Ti consiglio di monetizzare il tuo blog dal primo giorno.

Creare le affiliazioni

Cos’è un programma di affiliazione?

La maggior parte delle aziende avrà un programma di affiliazione in cui ti pagano una commissione per presentare il loro prodotto ad un cliente.

Se pubblichi un blog un articolo sulla tua crema notte preferita, dovresti rivolgerti a quella società per diventare un’affiliato del loro marchio. Questo non significa contattare direttamente i produttori ma il più delle volte significa spulciare il loro sito per vedere se hanno attivi qualche programma di affiliazione.

Questo vuol dire poter inserire il link affiliato all’interno dell’articolo del tuo blog e ricevere una percentuale ogni volta che un tuo lettore acquista quel prodotto online cliccando sul tuo link.

Alcuni programmi di affiliazione ti pagano per click, altri per vendite.

Per scovare i programmi di affiliazioni compatibili con il tuo blog puoi pensare di iscriverti a siti “aggregatori di affiliati” come Awin.

A seconda della tua nicchia di blog troverai il programma adatto a te come ad esempio Booking.com per vendere camere o i nostri consigli sui 5 migliori affiliati per travel blogger.

I migliori programmi di affiliazione per Travel blogger

LEGGI ANCHE:

Quanto e come guadagna un blogger all’estero

Quanto, Come e Perchè guadagna un blogger in Italia?

 

Inizia a pensare a prodotti che sono rilevanti per il tuo contenuto del blog, in modo che tu possa iniziare a guadagnare riferendo i prodotti che ami ai tuoi lettori.

Guarda tutti i post del tuo blog, hai menzionato società, prodotti o strumenti in uno dei tuoi post? Inizia facendo un elenco di aziende di cui hai già pubblicato un blog, perché prima vorrai applicare i loro programmi di affiliazione.

Come si diventa un affiliato?

Solitamente, dopo aver individuato le tue aziende preferite da promuovere, ti basterà andare nel loro sito e recarti nel footer (la parte in fondo di ogni sito web) per provare a cercare la sezione Affiliati e leggere a quale partner si appoggiano per i loro link di affiliazione. La maggior parte delle aziende le puoi trovare su

  • Awin
  • Tradedoubler
  • ShareASale

Ma molte azienda hanno anche dei loro programmi di affiliazione interna che richiede l’iscrizione sul loro sito.

Diventare affiliato è abbastanza semplice e non è necessario avere un sacco di visualizzazioni di pagina o follower per essere approvati dalla maggior parte delle aziende. In alcuni casi è richiesto un sito web o blog ben avviato con un numero di visualizzazioni minime mensili.

L’ammontare delle entrate che guadagni dai tuoi link di affiliazione una volta che le hai pubblicate dipende da quanto hai scritto bene i tuoi contenuti per coinvolgere i tuoi lettori e quanto bene promuovi i tuoi post per attirare più lettori.

Fare soldi con Instagram

Quando si richiede invece una collaborazione spontanea viene richiesto oltre all’articolo sul blog anche una foto sui propri canali social. Questo è quello che fanno coloro che vengono definiti influencer o microinfluencer (con meno di 10k followers)

Il prossimo passo per essere un miglior affiliato è quindi essere un influencer e avere un seguito abbastanza grande da permettere ai marchi di voler pagare una tariffa prefissata in anticipo per pubblicare su di loro / i loro prodotti.

Non bisogna pensare quindi al numero dei propri follower come un traguardo “per la gloria” ma piuttosto come un bacino di utenti preziosi per pubblicizzare i vari prodotti.

Instagram, Facebook o newsletter?

In questo confronto abbiamo inserito anche la newsletter perchè alla fine tutti e 3 i canali ci serviranno per costruire il nostro bacino di utenza. Instagram sembra essere il canale migliore grazie alle stories che possono essere condivise facilmente e viste da molte più persone rispetto ad un post su Facebook (le stories di Facebook sembrano essere visualizzate da meno persone) che spesso anche avendo 10k fan non riusciamo ad ottenere un numero base di like sulle nostre foto.

Le newsletter sono sempre state il cavallo di battaglia per vendere i propri servizi e prodotti perchè a differenza dei social solitamente le mail vengono consegnate a tutti i destinatari mentre quando si condivide un post su Instagram e Facebook solo un numero limitato di utenti visualizzerà la nostra foto. Purtroppo però le newsletter vengono visualizzate da sempre meno persone e non hanno il potere di diventare virali (es essere quindi viste da altre persone)

Il vantaggio di Instagram è appunto la possibilità di diventare facilmente virale.

I social + il blog + media kit = la tua presentazione

Creare un buon media kit con all’interno i numeri raggiunti dal tuo blog e dai tuoi social è un modo per presentarsi alle aziende.

Come ottenere i prodotti da sponsorizzare

Guadagnare denaro da post sponsorizzati può essere un’ottima fonte di guadagno. Potete essere contattati direttamente dalle agenzie grazie alla popolarità del vostro blog o del vostro profilo Instagram/Facebook oppure partecipare attivamente ai gruppi che potete trovare su Facebook riguardo questi argomenti.

Le due app più popolari per sponsorizzare merce in cambio di denaro (in questo caso l’acquisto della merce lo dovrete anticipare voi e considerarla come spesa prima di procedere alla creazione della foto)

  • Tribe (maggioranza di prodotti Inglesi)
  • Flytrend (soli Italiani ma app non ancora ben avviata forse, o forse sono i brand Italiani a non essere allo stesso livello di quelli stranieri)

e potete trovare in questo articolo la mia recensione:

Come funziona Tribe influencer – la mia esperienza

Quanto chiedere per ogni prodotto da sponsorizzare? 

Dopo aver considerato che il prodotto dovrebbe essere dato in comodato d’uso o regalato, una regola tipica per i prezzi è: numero di follower X 10% o $ 10 per ogni 1000 visualizzazioni di pagine del tuo blog in un mese:

3-10k = da 50 a 100 euro

10-25k = da 100 a 150 euro

25-50k = da 150 a 230 euro

 

Gli annunci sul blog

Troppi annunci sul tuo blog distolgono il tuo contenuto, potrebbero sembrare spiacevoli e probabilmente saranno una svolta per far deciderei ai tuoi lettori di abbandonare il tuo sito.

Puoi decidere se affidarti a siti come Google Adsense per inserire sul tuo blog annunci automatici e guadagnare una percentuale per ogni click oppure di inserire gli annunci che desideri tu.

Quanto si guadagna veramente con Adsense? Questa la mia personale esperienza.

Sicuramente, mai abbastanza e considerando un margine di 1000 – 3000 euro all’anno lordi (con un netto di 500-1500)

Di solito puoi ricevere annunci direttamente dai programmi di affiliazione di cui fai parte. Basta accedere alla rete di affiliazione ( Awin / ShareASale / FlexOffers ) e copiare e incollare il codice sul tuo sito Web accedendo alla sezione dell’affiliato prescelto.

Ecco un esempio per Awin:

Con questi tipi di annunci guadagnerai una commissione ogni volta che qualcuno compra qualcosa dopo aver fatto clic sull’annuncio.

Un altro modo per guadagnare denaro dagli annunci è utilizzare la pubblicità Pay-Per-Click (PPC), che ti paga un paio di centesimi ogni volta che qualcuno fa clic sul tuo annuncio, indipendentemente dal fatto che continui a effettuare un acquisto o meno. Tripadvisor è una di quelle compagnie che offre questo tipo di pagamento.

Guadagni più denaro in base al numero di visualizzazioni di pagina del tuo sito web, ma non guadagni una commissione se c’è una vendita.

Google AdsenseMedia.net sono due reti PPC a cui puoi partecipare per ottenere questi tipi di annunci sul tuo sito web. Entrambi sono liberi di aderire e liberi di usare.

Quando hai più di 25.000 sessioni al mese puoi iscriverti a programmi di annunci più remunerativi come MediaVine.

 

Vendi un Ebook

Probabilmente sei un esperto in qualcosa, non importa quanto possa essere di nicchia, e se è così, probabilmente potresti scrivere un libro a riguardo. Creare un eBook e venderlo sul tuo sito web è un ottimo modo per guadagnare entrate passive.

Lo scrivi una volta, lo metti in vendita, e poi (si spera) vederlo vendere ancora e ancora negli anni, senza che tu debba fare nulla. I tuoi lettori possono pagare e scaricarlo direttamente dal tuo sito.

Puoi facilmente creare il tuo ebook in Canva gratuitamente oppure grazie alle presentazioni o documenti di Google Docs e poi venderlo sul tuo sito web oppure utilizzare Blurb per venderlo su Amazon, Apple, ecc.

 

Crea un tuo corso online

Creare un corso su un argomento che ti appassiona può essere una fonte molto redditizia di reddito passivo. Tu crei lezioni, di solito in segmenti di video e i tuoi studenti pagano una quota per guardarli offrendo loro un foglio di lavoro con materiale didattico e note.

Se hai mai pensato di creare e vendere il tuo corso online, Teachable è una fantastica piattaforma da utilizzare. Il piano professionale non ha commissioni, quindi tieni ogni centesimo dalla vendita del tuo corso.

 

Vendi i tuoi prodotti o servizi

Sei un fotografo? Web designer? Chiromante? Assicurati di avere una pagina “lavora con me” sul tuo sito web che descriva chiaramente i tuoi servizi e quanto costano.

Sarai sorpreso di quante persone stanno cercando di assumere qualcuno che fa solo quello che fai, devi solo indirizzarli per trovarti.

Shopify ti consente di creare uno storefront bello e reattivo, offrirti tantissime funzionalità e un’integrazione semplice con diverse opzioni di pagamento. È il punto di riferimento per molti imprenditori grandi e piccoli.

 

Come farsi pagare per Viaggiare nel Mondo | Fonti di reddito

Questo è tutto? No! Spulcia il blog per trovare altre soluzioni alle tue domande.

Inizia da qui

TRAVELLER SHOP


Scorpri i prodotti di tendenza su Amazon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *