Tra le Isole della Grecia che preferisco c’è sicuramente Sifnos che insieme a Serifos fanno la vacanza perfetta tra buon cibo e relax a prezzi accessibili. Su internet queste isole sono descritte come le meno costose di tutto l’arcipelago delle Cicladi e probabilmente per un certo periodo è stato così. Noi le abbiamo visitate nel 2023 ma ogni anno che passa ogni isola tenta di avvicinarsi sempre più alla sorella maggiore già indipendente, Mykonos.

Personalmente in realtà le ho proprio amate per questo motivo, perché nell’isola si riesce sia a trovare ancora l’autenticità del luogo a prezzi ragionevoli sia alloggi di lusso e cibo a cinque stelle, grazie allo chef Nicolao Celemente che ha fatto la storia riformando la cucina greca (fonte).

L’isola prende vita durante l’estate ma anche fuori stagione (da quando riprendono i traghetti con corse stabili come ad esempio a Maggio) è la meta ideale per trekking vista mare.

La cultura di Sifnos è un mix affascinante di tradizioni greche e influenze locali. L’artigianato locale, come la ceramica e la lavorazione dei metalli, è ancora molto presente nella vita quotidiana dell’isola. Inoltre, Sifnos ospita numerosi eventi culturali e festival durante tutto l’anno, offrendo ai visitatori l’opportunità di immergersi nella musica, nella danza e nella gastronomia tradizionale.

Come arrivare a Sifnos

Noi siamo passati da Atene, approfittando della giornata per girare la capitale e prendendo il traghetto l’indomani dal Pireo. Atene è comoda da visitare e girare grazie alla metropolitana – non avrete problemi a spostarvi verso il porto principale.

Questi sono degli esempi di orari dei traghetti in estate da e per Pireo. Gli orari possono cambiare quindi il mio consiglio è quello di non far coincidere mai il giorno del volo aereo con quello del traghetto, in quanto gli orari dei traghetti possono avere molto spesso dei cambiamenti ed essere soggetti alle condizioni del meteo.

Il prezzo medio di andata e ritorno è di circa 120€ a persona mentre il tempo di percorrenza dovrebbe essere di due ore ma può capitare (come è capitato a noi) di impiegarne quasi 4 causa cambio vettore deciso dalla compagnia (molto più lento).

In alternativa potete considerare le isole vicine con aeroporto (qui mi sono messa a creare una mappa) come Mykonos, tenendo presente però del costo a notte che dovrete affrontare che è sicuramente maggiore rispetto ad Atene (ci sono dei periodi in cui non si riesce a trovare nessuna soluzione sotto i 250€/notte).

Il traghetto è adatto a qualcuno che soffre di mal di mare? Riporto questa domanda perché potrebbe essere un fattore determinante per scegliere se soggiornare a Sifnos. Io solitamente non soffro di mal di mare mentre il mio compagno sì ed in linea generale non siamo stati male ma 3.30 ore sono state davvero troppe e sicuramente un po’ si ballava.

Potete inoltre prenotare un traghetto per Sifnos dai seguenti porti: Pireo, Folegandros, Ios, Cimolo, Kimolos, Citno, Merichas, Milos, Adamas, Milos, Santorini, Athinios, Serifos, Livadi e Sicandro, Sikinos

Come ci siamo trovati e cosa abbiamo visitato

Siamo stati sull’isola pochi giorni e ci siamo resi conto che avremmo dovuto dedicare una settimana piena per visitare tutte le spiagge con calma e godere e a pieno la lentezza dell’isola. Siamo partiti alla volta di Atene combinando le isole di Sifnos + Serifos per un totale di 10 giorni ed abbiamo dedicato maggiore attenzione a Platis Gialos  ma per il futuro ho salvato sulla mappa tutti i posticini da visitare.

Cosa scegliere tra Sifnos e Serifos?

Probabilmente vi starete facendo anche voi questa domanda e la risposta non è sicuramente lampante. A me personalmente è piaciuta più Serifos in quanto molto più selvaggia e verde ma i monasteri sul mare di Sifnos mi hanno davvero incantata.

Sifnos forse ha un’offerta culinaria più sviluppata ed è all’apparenza un po’ più “fighetta”, oltre ad avere un porto un po’ più grande e meno intimo rispetto a Serifos, così come una delle spiagge principali (Platis Gialos) un po’ più dispersiva.

Le principali attrazioni di Sifnos

Sifnos è ricca di attrazioni che accontentano ogni tipo di viaggiatore. Uno dei punti salienti dell’isola è il villaggio di Kastro, un affascinante insediamento medievale situato su una collina rocciosa con vista sul mare. Perdersi tra le sue stradine tortuose è come fare un tuffo nel passato, con le sue case bianche, le chiese e i resti delle antiche fortificazioni.

Un’altra destinazione imperdibile è Apollonia, il capoluogo di Sifnos. Qui potrai passeggiare per le sue vie animate, visitare le boutique di artigianato locale e fermarti in una delle tradizionali taverne per gustare la cucina sifniota. Non dimenticare di visitare anche il Museo Archeologico di Apollonia, dove potrai ammirare reperti che narrano la storia dell’isola.

Spiagge e attività all’aperto a Sifnos

Dalle spiagge sabbiose dorate alle scogliere spettacolari e alle valli lussureggianti – non dimenticare di portare le scarpe da trekking e di esplorare i sentieri dell’isola, facendo delle pause per ammirare le viste panoramiche mozzafiato lungo il percorso.

Una delle spiagge più famose di Sifnos è Platys Gialos, Vathi, Kamares e Chrisopigi.

A differenza di Sifnos non abbiamo trovato la possibilità di lettini gratuiti previa consumazione nella spiaggia del porto (non abbiamo però chiesto a tutti gli stabilimenti) ma restano sicuramente molto economici (circa 10€).

Come sempre il momento migliore per andare in spiaggia è al mattino preso per non trovare assolutamente nessuno. Verso mezzogiorno nelle calette più famose tendono ad arrivare tutti i turisti in piena estate, ma c’è sempre modo di ritagliarsi il proprio spazio.

Dove mangiare a Sifnos

Flaros e Omega3 sono solo alcuni dei ristoranti eccellenti che è possibile trovare sull’isola, ma non mancano le opportunità per tutte le tasche.

Il porto e Platis Gialos è la zona dove si concentrano la maggior parte dei ristoranti con un prezzo medio-alto, con la necessità di prenotare anche qualche giorno prima durante i mesi estivi per riuscire a trovare posto.

Tra i ristoranti più caratteristici che vi consiglio di provare c’è Captain George, incastonato in una piccola baia e spiaggia (Paralia Seralia) ha dei tavolini direttamente a picco sul mare dove è possibile ammirare il frangersi delle onde.

Sia a Sifnos che a Serifos i prezzi più alti li si trova a colazione, se desiderate farla come a casa infatti il prezzo è quello di Mykonos (circa 4 o 5 euro la brioches /croissant). Se optate invece per le torte salate locali allora potete trovare dei prezzi accettabili, così come andare al panificio per prendere quel che vi serve per la colazione. Se siete tipi da colazione in spiaggia non mancano di certo le opzioni con avocado, uova e spremuta di arancia, al prezzo di 15€ circa a volta.

Opzioni di alloggio a Sifnos

Sifnos offre una vasta gamma di opzioni di alloggio per soddisfare ogni tipo di viaggiatore. Dalle lussuose ville (qui si trova uno dei resort più esclusivi delle Cicladi, Elies Resort) con vista sul mare alle accoglienti case vacanze nel cuore dei villaggi tradizionali, c’è qualcosa per tutti i gusti e per ogni budget.

Noi abbiamo prenotato a Febbraio e molte delle strutture migliori erano già state prenotate per l’estate, quindi approfittando anche della cancellazione gratuita su Booking.com il mio consiglio è quello di prenotare prima possibile.

Come scegliere l’alloggio perfetto? Innanzitutto chiedetevi: voglio stare nella zona della “movida” del porto dove posso uscire di casa e scegliere dove andare a mangiare o essere più isolato ed avere ogni comfort nel mio hotel? Premesso che chi sceglie una vacanza in quest’isola è (o dovrebbe) essere una persona che ama esplorare e che non ama i resort all inclusive (in quanto personalmente ritengo non avrebbero molto senso).

Noi abbiamo scelto la spiaggia di Platis Gialos, in quanto la maggiore dove trovare tantissime soluzioni come Villa Irini a 400€ a testa una settimana in agosto.

Con un costo più alto ci sono anche soluzioni con camere che affacciano direttamente sulla spiaggia come Kohylia Beach Guest House.

L’unico consiglio che mi sento di darvi è quello di controllare la grandezza del letto e la disposizione della doccia: solitamente le soluzioni in riva al mare sono delle guest house che però hanno letti un po’ piccoli e scomodi (controllate dalle foto o dalle recensioni) ed anche la doccia, sia nelle soluzioni low cost che nelle più costose, è spesso senza barriere o con una sola tendina a divisione con il resto del bagno. Lo scrivo perché potrebbero esserci persone che non gradiscono quando ogni santa volta il bagno di allaga 😀

Detto questo dai un’occhiata alla galleria delle mie foto, il reel su Instagram e non farti problemi a chiedermi un consiglio 🙂

 

Seguici sui social!

Ci puoi trovare su Instagram sotto il nome di @my.trip.map per i viaggi worldwide e @disciules per quelli nel Nord Italia.

Su Facebook sono mytripmaps



Prenota le attività


Per vedere questa sezione abilita la pubblicità sul sito

Questo sito contiene link di affiliazione ai prodotti. Potremmo ricevere una commissione per gli acquisti effettuati tramite questi collegamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *