Scopri l’itinerario in Corsica di due settimane in campeggio (o presso i migliori hotel della Corsica, a seconda delle tue esigenze) con un budget (nel primo caso) di soli 380- 450 euro a testa! Dal traghetto a Savona con prima tappa a Bastia fino a raggiungere Bonifacio; tutti i dettagli del tragitto per esplorare la meravigliosa Corsica.

Avevo sentito molti pareri negativi riguardanti la Corsica ed ero partita abbastanza sfiduciata. Ebbene, mi sono dovuta ricredere! Vi porterò alla scoperta della Corsica attraverso questo itinerario da nord a sud con tappe in due campeggi principali.

 Info

Durata itinerario: 10 giorni

Costo totale della vacanza: 380 – 450 euro ad agosto

Suddiviso in: 200 euro circa da dividere in due per trasporto macchina e passeggero ( costo solo passeggero circa 50 euro totali a testa). 100 euro per 10 giorni di campeggio + macchina a testa. Il resto viveri e un totale di 4 cene e 4 pranzi a ristorante.

Prezzi medi in Corsica: bottiglia d’acqua al bar 25cl 3 euro (al supermercato ha un prezzo normale) ma a ristorante l’acqua alla caraffa (acqua corrente) ci veniva sempre offerta gratuitamente (nel sud era quasi imbevibile però)

Costo del gelato 2-3 euro (anche confezionato)

Costo medio di una cena: 9 euro una pizza, 15 euro un panino e 22 euro un piatto di carne.

Costo di un aperitivo a Bonifacio: 7-9 euro solo drink

Situazione strade in Corsica: le strade sono rimaste come tanti anni fa ovvero senza barriere e con molte curve per spostarsi da un punto all’altro. Gli itinerari sulla parte ovest sono davvero molto selvaggi e richiedono una buona consapevolezza di guida perché sono tutti tornanti con al lato burroni. Da evitare per chi soffre la macchina.

In traghetto verso la corsica

Se state pensando di visitare la Corsica il vostro quesito potrebbe essere; In che modo posso arrivare velocemente in Corsica e a basso prezzo?

Sicuramente il modo più economico se partite dall’Italia è utilizzare il traghetto. Il prezzo medio di un traghetto nel pieno di agosto prenotando anche all’ultimo è di circa 40-60 euro a/r. Questo è il prezzo per il solo posto ponte e più avanti vi spiegherò perché è il modo migliore e più economico per viaggiare. Se invece intendete portare la vostra macchina il prezzo potrebbe essere di circa 100 euro.

Cosa significa posto ponte? Significa che non avrete a disposizione una vostra sedia prenotata ma potrete comunque usufruire dei posti a disposizione delle zone bar della nave. Trovo che acquistare il posto a sedere sia non solo poco utile ma anche molto scomodo in quanto non vorrete stare più di qualche ora fermi su quelle sedie a fissare il vuoto.

Dove trovare posto per dormire gratis in traghetto? ->

Il posto ponte invece è una soluzione molto flessibile ed economica e,  nonostante il vagabondaggio iniziale sulla nave alla ricerca di un posto libero per sedersi, alla fine si riesce sempre a trovare il modo di stare anche abbastanza comodi.

Il sito per prenotare il traghetto per la corsica

Arrivati a Savona (in Liguria) ci attende il traghetto delle 23:00 che ci avrebbe portati a Bastia. Ci dirigiamo quindi 1 ora prima all’imbarco e veniamo lasciati nella piazzola delle auto. Dopo circa un’oretta macchina per macchina si sale all’interno della nave (all’andata non hanno fatto scendere i passeggeri mentre al ritorno sì in quanto non c’era spazio per uscire dal lato destro).

Itinerario:

Bastia → Algajola (1.30h)

Algajola → Tour interno della Corsica → Algajola

Algajola → Bonifacio (passando per la strada più lunga che la attraversa, 5h)

Sbarcati a Bastia dopo circa 6-8 ore di navigazione ci dirigiamo con la macchina verso il primo campeggio ad Algajola.

Scegliamo Camping de la Plage (3 stelle ma valutato meno) come tappa per il nostro viaggio in quanto il campeggio era molto comodo perché

  • All’interno si può portare la propria macchina (da utilizzare quindi come armadio senza dover portare tutto in tenda)
  • La spiaggia era di fronte al campeggio, luogo ideale anche per il Wind surf.

I lati negativi riguardano il fatto che essendo appunto di fronte alla spiaggia ed immerso nella polvere estiva del terreno arido i bagni erano costantemente sporchi di terra e poco puliti. La doccia a volte non funzionava e come in tutta la Corsica l’acqua è a consumo ovvero bisognava premere un bottone ogni volta per ottenere acqua per circa 8 secondi. In compenso le piazzole erano molto grandi e libere a differenza del sud nel quale abbiamo trovato quasi tutti i campeggi pieni (di solito non è possibile riservare un posto) e ci siamo dovuti adattare.

Se invece volete optare per un hotel il mio consiglio ricade su L’Ecrin ad Algajola (appartamenti di lusso su 2 livelli) o Résidence Les Castors per un prezzo low cost.

 

Day 1

Itinerario 1: Dopo il primo giorno passato a rilassarci in spiaggia decidiamo di esplorare l’entroterra. L’itinerario che vi propongo qui di seguito fa parte di un percorso mare e monti nel quale avrete la possibilità di vedere svariati paesaggi ma al contempo a causa delle strade poco attrezzate della Corsica sarà davvero dura da affrontare in una sola giornata se preferite visitare i luoghi con più calma. Potete quindi decidere di fare un viaggio complessivo di 5 ore o di suddividerlo in più tappe di più giorni. La strada più lunga è sicuramente quella del lato ovest dell’isola dove per spostarsi da un punto all’altro bisogna affrontare solo piccole curve e mai strade dritte.

Scopri tutte le attività in Corsica -> Getyourguide

Il Panorama dell’entroterra è molto selvaggio e ricco in foreste! Ci fermiamo quindi per una sosta al lago.

 

Ristorante

Lungo il nostro percorso abbiamo notato una baia deserta ed un ristorante affacciato sul mare ed abbiamo deciso quindi di fermarci. È stato davvero una bella scoperta (a parte l’accoglienza iniziale scortese dei Corsi) e ce ne siamo innamorati. Il ristorante Ninghiaretu è l’ideale dopo un bagno al tramonto in solitaria nella bellissima baia sottostante.

Restaurant U Nichjaretu

 

Visita alla città – Algajola

Abbiamo visitato la piccola cittadina di Algajola al tramonto alla ricerca di un ristorante. La nostra scelta è quindi ricaduta su uno con formula menù fisso a 28 euro. Davvero un’ottima scoperta anche questo! Non mi è stato possibile trovarlo su Google maps ma si trova nella piazzetta di Rue Droite.

Consigliati anche: U Colombu, U Castellu.

ristorante U Colombu

La cittadina invece offre un belvedere meraviglioso sulla baia e scorci altrettanto singolari.

Calvi Belvedere
Calvi Belvedere

La spiaggia delle mucche

Ci sono spiagge molto belle nel nord della Corsica come Plage de Lozari, Plage de l’Ostriconi etc.. ma una in particolare ha una buffa caratteristica: mucche al pascolo in spiaggia! Si tratta della spiaggia della Plage de Saleccia e Lotu.

Se desiderate invece spiagge meno affollate (ma anche meno servite) il mio consiglio è quello della costa ovest. Molto selvaggia e molto ostica da raggiungere a causa di tutte le curve che caratterizzano tutte le strade ad ovest della Corsica, rappresenta però un bellissimo panorama quasi inesplorato.

La bellissima baia di Nichiareto (mostrata in precedenza) al tramonto assolutamente deserta e tutta per voi!

La spiaggia tra Punta Caprara e Punta Coda o ancora Plage de l’Alga (con bar annesso). Vi basterà quindi dare un’occhiata a Google Maps per vedere in 3d le spiagge più belle e selvagge.

Viaggio verso sud:

Per arrivare nella parte sud dell’isola si può decidere di fare l’itinerario panoramico o la strada diretta. Abbiamo deciso di fare tappa per ammirare le cascate (con una leggenda molto particolare a caratterizzarle) ed il tramonto sulle scogliere con vista su Bonifacio.

I campeggi del sud della Corsica sono molto più curati e piacevoli alla vista in quanto immersi nel verde e sull’altura delle rocce che danno sul mare. Non abbiamo avuto modo di trovare posto nei campeggi a 4 stelle (anche perché in alcuni non era possibile portare al loro interno la macchina) e ci siamo accontentati di una piccola piazzola in un 3 stelle. I bagni molto più puliti rispetto al campeggio al nord e l’entrata era riservata ai possessori di tessera elettronica a differenza del precedente nel quale chiunque poteva avere accesso al campeggio.

Questi 5 giorni sono stati quindi dedicati alla ricerca delle spiagge per praticare Wind surf e alla scoperta delle spiagge più suggestive.

Molte spiagge situate all’interno dell’Isola (come ad esempio quella di Santa Manza) hanno una parvenza di lago e hanno sul fondale alghe lacustri.

Sulla mappa sono segnati i punti per praticare wind surf (quando il vento lo permette) e le spiagge più belle come quella dello sperone che rappresenta una delle più belle spiagge del sud della Corsica ma che non è direttamente raggiungibile se non con un percorso su scogli e spiaggia di circa 15 min per la prima spiaggia e 30 per la seconda (sconsigliato quindi a persone anziane)

Consiglio: questa foto è stata scattata alle 8. Già alle 9 si riempie di persone ed è impossibile rimanere.

Spiaggia dello Sperone
Spiaggia dello Sperone

Bonifacio

Bonifacio è una bellissima cittadina con porto annesso colmo di barche di tutti i tipi. Il costo della vita qui è abbastanza caro, soprattutto se si vuole cenare o fare un aperitivo ma la vista è impagabile e la salita alla scoperta della città vecchia davvero unica.

Ecco alcune attività:

Siamo quindi arrivati alla fine del nostro percorso e ci dirigiamo sulla strada principale percorrendola per circa 3 ore fino a raggiungere la città di partenza (Bastia) dalla quale saliti sul traghetto ci siamo diretti verso Savona.

TRAVELLER SHOP


Scorpri i prodotti di tendenza su Amazon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *