Si sente parlare sempre più spesso della Val Verzasca e delle sue acque trasparenti del torrente (ne abbiamo parlato qui) ma troppo spesso ne sento parlare come “le Maldive ad un’ora da Milano” e non vorrei si venissero a creare troppe false aspettative per chi decide di partire alla volta della valle.

1 – Innanzitutto è bene dire che si tratta di circa 1 ora, 1 ora e mezza a seconda di dove ti trovi a Milano.

2 – Non vi aspettate un torrente freddino. è davvero congelato e non per tutti (attenti anche ad immergervi lontano dai pasti, sembra una cazzata ricordarlo ma ogni tanto il morto ci scappa, quindi lo vogliamo ricordare)

3 –Pericoli; i cartelli sparsi per la valle parlano chiaro; ricordiamoci che si tratta di un torrente e quindi con relative correnti e possibili mulinelli. Quindi ricordatevi di prestare attenzione quando vi immergete e non spostatevi dai luoghi turistici cercando il vostro angolino perchè più in alto diventa più agitato.

4- Affollamento: la foto che segue è stata scattata in un periodo non affollato ma in agosto non c’è davvero molto spazio per rilassarsi. Ricordiamo che la svizzera è piena di torrenti nei quali farsi un bagno e che questo non è l’unico (nonostante sia molto bello da vedere per la presenza del ponticello)

SEGUICI SUI SOCIAL!

Ci puoi trovare su Instagram sotto il nome di @my.trip.map e @disciules

Su Facebook siamo mytripmaps
Puoi scoprire le nostre offerte di viaggio su @piccioneinviaggio
Iscriviti al gruppo Facebook per Travel Blogger
Infine, seguici su Tripadvisor

Scorpri i prodotti di tendenza su Amazon!

Questo sito contiene link di affiliazione ai prodotti. Potremmo ricevere una commissione per gli acquisti effettuati tramite questi collegamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *