Cos’è e come si organizza un blog tour?

Un blog tour è una nuova formula di promozione del territorio che si serve di influencer e blogger per pubblicizzare strutture, itinerari e tutto ciò che il territorio ha a disposizione attraverso la produzione e condivisione di immagini sui social e articoli online degli stessi. In questo particolare articolo tratteremo dei blog tour orientati al settore travel – viaggi.

Chi vi partecipa?

Ai blog tour possono partecipare tipologie differenti di professionisti (e non) come giornalisti di testate online (proprie o per conto di terzi), blogger (con i rispettivi blog) ed influencer (con i rispettivi canali social). Ogni persona si adopererà quindi per la promozione attraverso i propri canali preferiti.

Come si partecipa / come scegliere i partecipanti?

I blog tour sono solitamente organizzati dagli enti del turismo delle rispettive regioni o città, quindi se siete una struttura ricettiva e vorreste pubblicizzarvi attraverso questa modalità innovativa di promozione non dovrete fare altro che dare la vostra disponibilità al vostro comune.

I partecipanti vengono reclutati spesso tramite un annuncio sugli stessi canali social (e relativi gruppi di travel blogger italiani) o tramite il passaparola tra gli stessi blogger.

Se siete quindi alla ricerca di travel blogger potete effettuare una ricerca direttamente su Instagram o sui gruppi Facebook con relativo nome (esempio: travel blogger italiane)

Da parte dell’ente del turismo non c’è quindi una reale selezione perché ognuno si può proporre e partecipare così ai relativi tour in quanto spesso partecipano infatti anche persone con un blog di viaggi appena avviato.

Questo perché in Italia a differenza forse dell’estero dove i travel blogger sono a tutti gli effetti dei lavoratori retribuiti, non c’è una vera e propria (non ancora) presa in considerazione di questa nuova tipologia di promozione e non ci sono ancora linea guida chiare. I blog tour possono quindi essere a titolo gratuito o dietro compenso dei partecipanti. Spesso trattandosi di tour di uno o pochi giorni la maggior parte dei tour sono a titolo gratuito dove però l’intera giornata (comprensiva di pernottamenti) è pagata dagli enti del turismo. In questo modo c’è una parità di compenso tra i travel blogger con medio seguito e l’ente.

Se il travel blogger è invece è un professionista con un blog avviato può decidere di richiedere un compenso qualora il travel blog richieda la produzione di materiale multimediale ben preciso. Quando infatti c’è una richiesta dettagliata del materiale da produrre (foto, video o testo) allora il professionista dovrà scegliere se il viaggio vale la pena di essere affrontato anche a titolo gratuito o se il lavoro che dovrà essere fatto avrà un peso maggiore rispetto all’offerta dell’ente.

L’offerta prevista per i blog tour può essere del solo tour o anche dello spostamento da – a.

 

PER I TRAVEL BLOGGER: Come partecipare e quanto dovreste chiedere per un blog tour

La giornata tipo di un blog tour:

Si inizia solitamente la giornata con il ritrovo presso l’ufficio IAT dove seguirà un breve brief della giornata. Va bene condensare quante più cose da vedere ma ricordiamoci di inserire delle pause durante la giornata o delle tappe in camera. La visita della città, dei monumenti, chiese e musei può essere fatta in mezza giornata o intera (a seconda della grandezza della città) senza però esasperare il visitatore / blogger condensando la giornata con visite ai musei o chiese. Concentratevi invece sulle esperienze che i visitatori potrebbero fare e che non sono invece mai state promosse (come la visita ad una azienda produttiva o la degustazione di prodotti tipici) e cercate di trovare modi nuovi per proporre la vostra città. Sicuramente la storia e i monumenti sono parte di essa ma le persone sono sempre più alla ricerca di esperienze di viaggio. Una gita a cavallo è il modo migliore di presentare la campagna della città così come una visita ad una azienda agricola con relativa degustazione di prodotti tipici può essere un’interessante spunto di racconto.

Organizzare un blog tour in n mosse

Ecco un riassunto su come muoversi per organizzare un blog tour di successo!

  1. Cosa promuovere: Può sembrare scontato ma in base a come organizzerete il vostro tour verranno messi in luce determinati aspetti della città piuttosto che altri. Sono davvero quelli che meritano la promozione o vale la pena scavare a fondo per trovare un tema nuovo? Potete dare un’occhiata al blog tour organizzato da Visitmontagnana qui e quello organizzato dalla regione puglia qui.
  2. Contattare gli esercenti: Una volta individuato l’argomento si potranno contattare le strutture ricettive, i ristoranti, le spa, i parchi e tutto ciò che potrà risultare piacevole per un blog tour.
  3. Individuare un itinerario: diventa quindi indispensabile organizzare le tappe del proprio tour sia che si tratti di uno o più giorni. Incastrare al meglio l’arrivo di tutti i blogger con la partenza del tour e fare in modo che la visita da un posto all’altro sia piacevole e “umanamente fattibile”. Ricorda di lasciare sempre del tempo ai blogger per riprendersi e postare i loro contenuti durante la giornata.
  4. Individuare un target: La scelta dei blogger non è di minore importanza; andranno infatti individuate le persone in target con il vostro tour. Il consiglio è quello di diversificare l’offerta e chiamare a sè mamme blogger, travel blogger con animali al seguito, giovani, influencer, Vlogger etc. Per avere dati alla mano sulla reale influenza di un blogger oltre ai canali social è possibile richiedere il media kit.
  5. Impostare una “to-do list”: Non è mai carino obbligare un blogger a seguire delle regole ferree in quanto la sua partecipazione è per la maggior parte delle volte non retribuita. Tuttavia è importante stabilire fin da subito il materiale che riterrete utile ricevere alla fine del blog tour. Si tratta solitamente di un articolo sul blog + condivisione delle foto sui canali social. Non è doverosa la richiesta dell’invio dei sorgenti delle foto ai fotografi se non previo compenso.
  6. Pubblicizzarsi: creare un evento privato su Facebook, contattare i blogger nei gruppi specifici sono le mosse per attirare a sè la giusta nicchia di persone.


Tildesign
 – Graphic & Web designer
tildesign.it

TRAVELLER SHOP


Scorpri i prodotti di tendenza su Amazon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *