Veronica, da più di cinque anni è espatriata in UK, ci parla della sua vita a Cardiff.

Cardiff sembra una città tranquilla all’apparenza ma ha un’anima vivace, giovane e cosmopolita. Capitale Gallese, viene spesso sottovalutata ed altre città del Regno Unito vengono preferite a questo piccolo gioiellino che ha molto da offrire a chi saprà apprezzarla. Ma vediamo nel dettaglio come si vive a Cardiff.

Il meteo, ahimè, non sempre aiuta. Piove spesso e l’umidità si sente. Eppure in questi ultimi due anni si vede un netto miglioramento e le giornate di sole sono molte di più rispetto a prima e già a Maggio si sente il caldo estivo.

La città per quanto grande e multiculturale possa essere, si rivolve tutta attorno al centro dove uffici, centri commerciali, pub e ristoranti muovono l’economia cittadina. Vale lo stesso per la Baia che d’estate prende vita tra eventi e i numerosi locali con terrazza “al fresco”.

Divertirsi

I divertimenti non mancano di certo a Cardiff considerando che non solo è una città universitaria ma accoglie anche tutte le persone delle cittadine vicine, pronte a spassarsela nel weekend. In generale i ristoranti rimangono aperti fino alle 23; i pub fino all’1 a parte il Tiny Rebel e il Coyote Ugly che chiudono attorno alle 3.  Le birre costano tra i £3 e i £4 mentre i cocktail partono dai £5 ma vi avviso, il quantitativo di alcool al loro interno è molto più basso rispetto all’Italia.

Dopo l’orario di ufficio, troverete un sacco di persone riversarsi nei pub; durante la stagione del rugby poi pullulano di gente.
Gli eventi non mancano: Cardiff vanta un weekend pieno dedicato al Pride; i concerti sono almeno un paio a settimane dove grandi nomi come Ed Sheeran, P!nk, Mumford & Sons, Rita Ora e molti altri riempiono gli stadi con i sold out. Durante l’estate poi la Baia ospita il festival estivo gallese con street food e vari eventi legati alla lingua.

Criminalità

Come già detto, Cardiff è abbastanza tranquilla, il rate di criminalità risulta piuttosto basso e i furti maggiori sono quelli delle biciclette in giro per il centro che sono poi rivendute al mercato delle pulci di Splott. Se avrete bisogno della polizia, basta chiamare il 112 e saranno con voi nel minor tempo possibile.
Camminare da soli è molto sicuro sia di giorno che di notte, l’importante rimanere allerta se vi sembra che possano esserci pericoli attorno a voi. Gli ubriachi spesso non infastidiscono nessuno e i senza tetto non causano nessun problema una volta che dite che non avete spicci con voi.

Costo della Vita

Vivere a Cardiff rimane più economico di molte altre capitali come Londra, Edimburgo e Dublino. Gli affitti variano da zona a zona e da tipologia di appartamento. Una stanza in un appartamento condivisa in centro vi costerà sulle £350 sterline mentre in una zona più lontana si scende anche di 70/80 sterline al mese. Un appartamento con cucina-salotto, bagno e camera da letto sara tra i £550 e i £700 dipendentemente dalla zona; mentre un appartamento con due camere da letto verrà dai £700 a £1000 al mese.
Più vi spostate dal centro, meno pagherete. Lo stesso vale per il costo delle case, dove moti gallesi preferiscono la periferia per pagare almeno £50.000/£70.000 in meno per una casa su due piani e tre camere da letto che a Cardiff sarebbe molto più cara.

La metropolitana non esiste ma i bus e i treni funzionano benissimo. I biglietti si acquistano a pacchetti da 10 oppure a biglietto pagando il prezzo al conducente. Variano da £1 a £2 per tratta le corse in autobus mentre i treni variano tra i £3 per raggiungere Barry Island o Penarth ai £40 solo andata per Londra se il biglietto viene acquistato in giornata. Alternativamente potrete acquistarli online a prezzi minori se e solo con largo anticipo.

Internet costa sui £28 e comprende la fibra ottica e chiamate illimitate nazionali.  L’acqua dipende dalle stanze da letto e gli abitanti in casa e varia tra i £25 ai £50 al mese.
La spesa mensile in un supermercato di media categoria sarà intorno ai £150.

Lavorare a Cardiff

Il lavoro si trova facilmente e velocemente se c’è la voglia di mettersi in gioco e darsi da fare. I curricula vengono accettati solo online e dopo un breve colloquio, potrebbe essere richiesta una prova della durata massima di tre al termine della quale si decide se si è adatti al tipo di lavoro o meno.
Gli stipendi sono versati regolarmente nel vostro conto settimanalmente o mensilmente. Molti posti pagano ogni 28 giorni e spesso gli straordinari o sono pagati come ore normali o il doppio della paga oraria. Tolte le tasse, si riescono a prendere £1200 puliti con 40 ore di lavoro e due giorni liberi a settimana .
Ogni compagnia vi garantisce 28 giorni di vacanza.

 

Informazioni sull’autrice

Veronica Sieli
Fondatrice di Lost Wanderer. Veronica è una viaggiatrice; ha bisogno di spiccare il volo e vedere quanta più porzione di mondo le sia concessa. Le piace esplorare posti nuovi, perdersi per le strade, assaggiare nuovi sapori, sentire nuovi odori e cercare di carpire parole da lingue a lei sconosciute. Siciliana di nascita; ex-studentessa di Lingue, e di Scienze della Comunicazione. Si è trasferita all’estero dopo la Laurea e da più di cinque anni è espatriata in UK.
Sito web: lostwanderer.it

 

 

SEGUICI SUI SOCIAL!

Ci puoi trovare su Instagram sotto il nome di @my.trip.map e @disciules

Su Facebook siamo mytripmaps
Puoi scoprire le nostre offerte di viaggio su @piccioneinviaggio
Iscriviti al gruppo Facebook per Travel Blogger
Infine, seguici su Tripadvisor

Scorpri i prodotti di tendenza su Amazon!

Questo sito contiene link di affiliazione ai prodotti. Potremmo ricevere una commissione per gli acquisti effettuati tramite questi collegamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *