Com’è vivere in Texas?

Lo abbiamo chiesto a Valentina Corino che ci racconta della sua vita in Texas.

Il Texas è un mondo tutto a sé. I grandi spazi, la sua storia (uno fra i 50 stati ad avere un passato da nazione indipendente), l’economia lo portano ad essere spesso uno stato un po’ diverso dagli altri.

La sua estensione gli dona paesaggi e climi completamente diversi. Se a ovest abbiamo panorami aridi e quasi desertici l’est è rigoglioso e ricco di foreste. Il clima è tendenzialmente caldo ( anche se in inverno possono arrivare giornate veramente fredde soprattutto a nord), ma di nuovo l’ovest è secco mentre a sud-est l’umidità è spesso soffocante.

Le grandi città ( Austin, la capitale, Houston, Dallas e San Antonio) sono vivaci, offrono molte opportunità` di musei, ristoranti, parchi… Sono un ambiente multiculturale dove la cultura americana, texana, tejana si mescolano con le influenze degli immigrati di altre nazioni. Le zone più rurali sono più tradizionali, ma anche qui spesso ci sono tante piccole comunità vibranti.

Divertirsi

Nelle “4 grandi” ci sono molte possibilità. Concerti dalle grandi stelle del pop alla musica country. Musei con collezioni veramente di pregio come il Kimbell Art Museum a fort Worth o la Menil Collection a Houston, giusto per citarne un paio.
Ristoranti dalla più tipici con cucina tex-mex e bbq fino alle cucine etniche di diversi paesi. I texani amano mangiare fuori e cosí l’offerta è vastissima.

Ma quello che più piace ai texani è stare all’aria aperta. cosí sono numerosi gli state park dopo poter camminare, andare in bici e campeggiare. Da non perdere l’occasione di visitare le tante grotte naturali come la Bracken Cave o la Inner Space Cavern. D’obbligo poi fare tubing nei fiumi o il bagno in una delle tante splendide piscine naturali come la Hamilton Pool.

I rodei e gli stockyard rimangono uno spettacolo unico e molto sentito.

Criminalità

La sensazione generale è di sicurezza. Alcuni nei quartieri più tranquilli arrivano a lasciare a aperte le porte. Se un pacco viene lasciato fuori dalla porta non viene toccato e cosí via.
Come ogni altra città americana anche qui, però, in Texas tutto cambia da quartiere a quartiere; bastano un paio di isolati e da un sicuro e grazioso quartiere ci si può ritrovare in una zona degradata, dove la sicurezza è poca ed è necessario porre attenzione. Alle volte i cambi sono cosí radicali da essere visibili a tutti. Altre volte sono meno evidenti agli occhi dei visitatori, che non conoscono le invisibili linee di confine tra una zona e l’altra.

Costo della vita

Il costo della vita in Texas è abbastanza sostenibile rispetto ad altri stati. Il costo delle abitazioni è ragionevole, c’é molta richiesta e molto spazio per nuove costruzioni questo permette di calmierare i prezzi sul mercato.
Il Texas non impone income tax, quindi il reddito viene tassato solo per la percentuale dovuta per le tasse federali. Questo permette un maggior guadagno a fronde di pari ingressi anche del 10% rispetto ad altri stati.

Cosa importante, però, da tenere in considerazione è che se il costo della vita è conveniente rispetto a molti altri stati, rimane comunque elevato come in tutti gli Stati Uniti in generale. I costi delle assicurazioni sulla salute e dell’istruzione secondaria sono sicuramente molto pesanti per ogni famiglia. È necessario disporre di un fondo pensione ( o comunque garantirsi una forma di investimento per quando si vorrà uscire dal mondo del lavoro), le imposte sulle proprietà sono alte, come il costo di molti servizi, la presenza solo di asili privati e cosí via.

Lavorare in Texas

In questi anni l’economia del Texas sta vivendo un periodo positivo, anche se alcuni settori tipici come l’industria petrolifera non sono ai massimi raggiunti in periodi di boom economico del settore. Il settore Tech sta avendo una forte spinta soprattutto con le aziende del corridoio DFW-Austin. Politiche fiscali favorevoli stanno spingendo grandi aziende a spostare i loro headquarter nel lone star state.

Sono gli stipendi proporzionati al costo della vita? Ni. Se si ha un lavoro qualificato sicuramente sí, ci sono ottime opportunità di trovare lavori ben remunerati e con ottimi benefit (cosa molto importante non esistendo contratti nazionali alla base degli accordi tra datore di lavoro- dipendente). Per lavori meno qualificati il costo della vita sicuramente diventa più pesante da sostenere.

Per chi si vuole trasferire e lavorare in Texas da un altro paese lo scoglio più grande il visto. Per alcuni settori come la ricerca, medicina, info-tech seppur difficile possibilità per ottenere uno sponsor/visto ancora ce ne sono. In altri settori visti gli scogli quasi insormontabili nell’ ottenere i visti è molto più raro. Se però avete un’idea vincente e volete investire su voi stessi allora in Texas potreste trovare il posto giusto per voi.

Informazioni sull’autrice

Valentina Corino

Torinese di nascita e nel cuore, ma anche un po’ texana d’adozione. Ho sempre avuto tanti hobby tra cui leggere, cucina, viaggiare, ma mai avrei pensato a un viaggio cosí radicale che mi portasse a vivere oltre oceano. Non ho mai avuto il ”sogno americano”, ma dal primo momento che ho messo piede qui mi sono sentita subito a casa. Ho iniziato a scrivere per rendere partecipi le persone care della nostra vita qui in Texas, poco alla volta è diventata un po’ una passione cercare di raccontare questo paese dalle mille sfaccettature.
Sito web: psparse.com

 

TRAVELLER SHOP


Scorpri i prodotti di tendenza su Amazon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *