Quante volte avreste voluto far sapere all’hotel che vi ospitava che la presina sotto la vostra lampada da scrivania non era il massimo? o che la demotica è sicuramente un punto in positivo, ma se installata male diventa qualcosa di limitante.

Ci sono tanti errori infatti che accomunano gli hotel e che vorrei tanto che leggessero, per evitare di ritrovarmi in una stanza con queste cose, o prenotare un hotel con spa per poi scoprire che la sauna è spenta.

Ecco quindi la mia lista di errori da evitare se siete dei proprietari di strutture ricettive!

Fate sempre questo esercizio: provate a stare fuori tutta una giornata e poi ritornare stanchi in una delle stanze del vostro hotel e dormire una notte li. Cosa notate?

Al momento della prenotazione

Il momento della prenotazione è un momento delicato che potrebbe confermare o far scappare il cliente. Spesso mando delle mail per capire il prezzo della stanza senza passare dagli intermediari, ma ricevo proposte a prezzi superiori. Non è molto furbo da parte degli albergatori, che non sono aggiornati sui propri prezzi sui portali.

Addirittura in un hotel a Firenze mi era stato detto che se volevo la stanza con vista sul Duomo avrei dovuto pagare un extra, in quanto la stanza non era prenotatile nemmeno sul loro sito. Non mi sono mai sentita così presa in giro.

Altri hotel invece non rispondono, o rispondono solo alla prima mail. Se non avete la possibilità di stare dietro alle mail, toglietela direttamente dal sito e lasciate solo il numero.

Molti siti non hanno un sistema di prenotazione diretta ma un form di contatti che nessuno compilerà mai.

Altra cosa molto fastidiosa che genera confusione è quando si guarda la pagina delle stanze e non si capisce la differenza tra Standard, Deluxe e Suite. Anzi, spesso la standard è migliore della Deluxe.

Possiamo quindi elencare come segue le cose che più mi fanno innervosire:

  • Chiedere un prezzo maggiore quando si viene contattati via mail
  • Non rispondere a mail o telefono
  • Avere un sito confuso senza il bottone “prenota ora” in bella vista
  • Avere una distinzione poco chiara delle camere
  • Non sapere quale stanza si va a prenotare (mix di stili e design per la stessa tipologia)

Nella stanza d’hotel

Alcune lasciano senza parole, altre sono solo fastidiose. Ecco in cosa noi clienti non vorremmo ritrovarci:

  • Stanze ristrutturate…male

Sono capitata in una stanza d’hotel appena ristrutturata, anche con demotica integrata, ma dove era tutto così sbagliato. Nel bagno il doccino era posizionato al centro anziché nella parte più lontana e protetta della doccia, ed in questo modo l’acqua usciva sempre. Come si fa a non accorgersi di una cosa del genere?

  • Non esagerate con la domotica

Va bene aggiornarsi, ma se questo significa complicare la vita al cliente, meglio evitare. Mi sono ritrovata in una stanza con 9 pulsantoni posizionati a fianco della testata del letto, proprio sopra dove dormivo. Comodo, direte, peccato che la sera ero così stanca che dopo averne cliccato un paio per provare a spegnere la luce fastidiosa del display ci ho rinunciato e mi sono addormentata – salvo svegliarmi presto la mattina con la stessa puntata negli occhi.

Il cliente non deve imparare quando entra in una stanza. Se già dovete spiegargli come regolare la temperatura o a cosa servono quei 9 bottoni, avete già sbagliato tutto.

  • Non avere punti di appoggio

Siete in bagno e dovete appoggiare il beauty, qualche maglietta o una rivista per i momenti più impegnativi. Mettere più punti di appoggio non costa nulla! Questo accade anche agli asciugamani: perché in alcuni hotel non trovo dove posizionare comodamente l’asciugamano?

Anche su Amazon si trovano soluzioni a soli 20 euro come questa. Anche se la cosa più comoda sarebbe averlo proprio sotto al lavabo o di fianco.

Qui invece trovate degli sgabelli da bagno: belli, non ingombranti e multiuso (per poggiare le cose). Ve ne propongo uno da 50 euro molto discreto ed uno di design a 122€.

  • Non trovare il necessario

Almeno due rotoli di carta igienica grazie!! Se poi l’hotel è sopra le 2 stelle mi aspetto di trovare dei prodotti per il bagno. Dovrebbero essere inoltre sempre presenti due tipologie di cuscini, a seconda delle preferenze del cliente.

Il phon? sempre un punto dolente. Se devo asciugarmi i capelli ancora con quelli vecchio stile con il tubo, piuttosto non mi lavo.

L’acqua in camera ha un costo davvero basso ma può fare la differenza nella recensione del cliente, rigorosamente offerta ovviamente.

  • Trovare più del necessario – suppellettili e coperte

Personalmente odio le coperte vecchio stile con mix di i colori e trame, specialmente quelle arancioni che vanno sempre alla grande. Via i suppellettili e le cose non necessarie. Quadri? Meglio astratti o di paesaggi.

La moquette? Se proprio non potete rinunciarvi (e al giorno d’oggi ci sono molte alternative meno pelose) almeno tinta unita!

Durante la colazione

Si scende nella hall dell’hotel e deve essere subito chiaro dove si trova la stanza della colazione, senza vagare. Ci deve inoltre essere qualcuno che accoglie, o almeno qualcuno che passi ogni 5-10 minuti a controllare le richieste dei clienti.

A volte mi sono sentita così isolata che mi sono chiesta se l’hotel fosse ancora in funzione.

Un altro dei miei dubbi quando arrivo alla sala colazioni è: ma il cappuccino me lo faccio da sola o devo chiederlo? è sempre una scoperta – piacevole quando arriva subito la cameriera, spiacevole quando non si palesa nessuno e devi andare alla ricerca della macchinetta.

Lo sapevate che molte persone vengono in hotel anche per l’esperienza della colazione (io). Se non è un piacere, la percezione del vostro hotel si abbasserà ulteriormente.

Instaurate rapporti con i contadini della vostra zona per offrire sempre prodotti freschi.

Una brutta percezione dell’hotel al momento della colazione può essere infatti dato da:

  • scarica qualità dei prodotti offerti (impacchettati)
  • saltare da una parte all’altra della stanza per trovare forchette, bicchieri, tovaglioli e piatti
  • avere una postazioni appiccicaticcia e sporca
  • fare colazione in luoghi troppo chiusi ed angusti
  • arrivare tardi e trovare solo le briciole – piuttosto, se sono finite le brioches, portate via il cestino vuoto, anche se fino all’ora stabilita devono sempre essere disponibili TUTTI i prodotti
  • Le colazioni che finiscono alle 10

Mi dite perché, io che sono in vacanza, devo svegliarmi presto? Cosa vengo in vacanza a fare se devo svegliarmi entro le 10 per mangiare? Davvero non è possibile apparecchiare i tavoli alle 11.30 e finire la colazione alle 11? Organizzatevi come meglio credete, ma per me un hotel con colazione fino alle 10 è marchiato come bocciato.

Accoglienza e disponibilità

L’accoglienza è sicuramente molto importante e lo sapete meglio di me; un sorriso, una parola gentile, tutto può servire per un piacevole soggiorno.

La stanza mi aspetto venga rifatta verso le 11, quando ormai sono uscita e di rientro verso le 15. Questo è quello che tutti si aspettano, ma se il tuo hotel ha orari e ritmi differenti secondo me sarebbe opportuno scriverlo.

Personalmente questo è un punto che mi procura sempre molta ansia, non sapere se mentre vado a fare colazione la mia camera sarà già stata rifatta, o ci sarà qualcuno dentro per rifarla ed io dovrò aspettare fuori, o se il pomeriggio è meglio che io rientri dopo un certo orario per permettere la pulizia. Non sono solita mettere il cartello per non rifare la camera nemmeno quando vado a mangiare, perché se qualcuno è veloce e la fa a tempo di record, perché negarglielo?

Andando a riassumente:

  • Non trovare nessuno al check in e check out
  • Ritrovarsi la stanza rifatta ad orari differenti
  • Non avere nessuno a cui chiedere info sui dintorni (o sentirsi rispondere banalità)

 

Che ne dite, sarò un mystery Guest abbastanza puntiglioso?

Hai bisogno di questo servizio per il tuo hotel? Contattami!

SEGUICI SUI SOCIAL!

Ci puoi trovare su Instagram sotto il nome di @my.trip.map per i viaggi worldwide e @disciules per quelli nel Nord Italia.

Su Facebook sono mytripmaps


Questo sito contiene link di affiliazione ai prodotti. Potremmo ricevere una commissione per gli acquisti effettuati tramite questi collegamenti.

2 commenti

  1. Se fossi proprietario di hotel non ti vorrei come mistery Guest 🙂 Ovviamente molto dipende dal livello dell’hotel e dal prezzo che si paga. Se prenoto un due stelle a 40 euro tutto compreso non posso pretendere un cameriere che mi aspetta per colazione. Personalmente non apprezzo quelle descrizioni di hotel con parcheggio salvo scoprire che si tratta del “parcheggio in strada con strisce blu a pagamento senza prenotazione” (e ti credo). Oppure “camera superiore con vista su strada” salvo scoprire che è una strada senza uscita con annesso cassone della spazzatura. Che dici? Posso essere anch’io un mistery guest? 🙂

    1. Author

      Si assolutamente dipende dalle stelle, però anche in un due stelle un “buongiorno” dal proprietario o dalla cameriera, quando si liberano, è sepre gradito 😉 assolutamente da aggiungere alla lista anche i tuoi suggerimenti 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *