Questi gli scatti fotografici che più degli altri hanno saputo immortalare la determinazione e il fascino che solo la montagna sa ispirare. Tra loro c’è anche lo scatto che si aggiudicherà il primo premio del contest e il nome del fotografo, o aspirante fotografo, che firmerà un progetto fotografico sulle Alpi italiane promosso da Levissima.

RICCARDO BARISON

Chi sono? difficile da definire, a volte non riesco nemmeno a capire cosa mi spinga a fare quello che faccio. Sono un ragazzo di città, innamorato della natura, delle montagne, della libertà. Penso che le mie azioni definiscano meglio chi sono, quindi partiamo da quelle: sono un ragazzo laureato in geologia, dipendente dalla fotografia, innamorato dell’arrampicata. Appena ho del tempo libero prendo la mia attrezzatura e guido da Padova fino alle Dolomiti, non importa il meteo, che sia accompagnato, a me basta rimanere lassù, ad osservare il panorama, pensare, scattare fotografie attraverso le quali trovare la mia serenità, avere la carne a contatto col quel mondo. Non tutti capiscono perché sento questo bisogno irrefrenabile, senza quei momenti però, mi sentirei estremamente vuoto. Questo significa essere per me un Everyday climber, superare gli ostacoli della vita, attraverso la montagna, capirla, affrontarla, e infine ricevere consiglio. Una metafora della vita

GIOVANNI MOIOLI

Sono un ragazzo di 22 anni, nato e cresciuto in città.  La passione per la fotografia, soprattutto paesaggistica, mi ha spinto ad allontanarmi spesso da cemento e palazzi, per scoprire le bellezze naturalistiche che ci circondano, ed ho iniziato subito ad innamorarmi dei momenti passati con amici o da solo tra le montagne, del silenzio che crea un’atmosfera magica e surreale, e del tempo che nella natura riusciamo a dedicare a noi stessi, e che invece spesso viene sacrificato nelle città.

MATTIA BONAVIDA

Sono Mattia Bonavida, un ragazzo di 22 anni. Abito a Riva del Garda, sul grande lago di Garda. Da sempre i luoghi naturali che mi circondano mi hanno spronato a vivere la natura in ogni sua sfaccettatura, amo praticare la mountain bike e fare lunghe camminate in montagna; nonostante la grande fatica che a volte ti farebbe desistere, una volta arrivato in cima conquisti un doppio premo, uno personale per avere superato i tuoi limiti, e il secondo naturale, perché la natura spesso ci premia con vedute e paesaggi che vanno ben oltre la nostra immaginazione. La montagna è come una seconda casa, un luogo dove poter mettersi alla prova completamente; un posto dove poter ritrovare me stesso dedicandomi tutte il tempo necessario, staccando cosi dalla quotidianità. La fotografia ormai è parte del mio essere, è per me strumento di espressione e di comunicazione, un modo per poter far vivere ad altre persone le stesse emozioni che provo scattando all’alba nel silenzio più totale. Indescrivibile.

CATERINA BELEFFI

In gaelico An Chonair, in inglese Connor Pass e in italiano Passo Conor. La mia guida tascabile mi informa che si tratta di uno dei passi montani più alti dell’isola d’Irlanda. Altitudine: 456m sopra al livello del mare. Una dimensione ben ridotta se la compariamo a quelle delle nostre catene montuose. Ciononostante il percorso verso la vetta non è dei più semplici, la strada è larga quanto una piccola vettura, costeggiata da un’irregolare muretto in pietra e in caso di precipitazioni può essere davvero pericoloso. Percorrere a piedi questo tragitto è la scelta migliore, e così continuo il mio cammino. Di fronte a me una lunga e stretta strada battuta si snoda e si perde tra i pendii dei massicci montagnosi. A farmi compagnia la sinfonia del vento che s’infrange sull’erba. Sempre, perfettamente, pettinata. Il monte Brandon si nasconde in alto tra le nuvole. Sto arrivando.

MATTIA CECCHETTI

Ciao! sono Mattia, ho 20 anni, e sto dedicando interamente la mia vita alla fotografia, non ho un attrezzatura da urlo, ma lavoro ogni giorno per permettermi di migliorarla, sono riuscito a raggiungere ottimi risultati contando più di 22mila followers su Instagram (@matcecche) , ho quindi deciso di aprire un blog di viaggi e a breve partirò con un canale YouTube. Ho deciso di puntare tutto su questo, sperando che vada al meglio…per me fotografia significa vita, non sono mai stato più felice! trovare una passione ed amarla come la amo io, penso sia il regalo più grande! Mi piacerebbe lavorare a questo progetto con voi, in quanto potrei creare dei contenuti spaventosi, ne sono sicuro! Non ho molto altro da dire, potete vedere i miei scatti, potete vedere come amo la fotografia, potete vedere l’impegno che ci metto ogni giorno; ma per adesso, speriamo di vincere questo splendido concorso! Buon lavoro! Mattia! ;).

PIER GIULIO CAIVANO

Nato a Bologna e milanese di adozione, laureando in architettura e con una spiccata passione per l’immagine e la comunicazione. Amo come una foto, a volte, possa raccontare più di un intero libro e possa causare emozioni più disparate. Della montagna mi affascina il forte contrasto tra la roccia nuda, imponente e maestosa in confronto all’impotenza e alla delicatezza dell’essere umano.

STEFAN MAHLKNECHT

Mi chiamo Stefan Mahlknecht e vengo da Foiana, un piccolo paese in Alto Adige. Ho comprato la mia prima macchina fotografica cinque anni fa e da questo momento sono diventato fotografo per passione. Perché sono un sciatore da piccolo, ho iniziato a fare delle foto dei miei amici in montagna e con il tempo anche di freeskier professionisti. Durante l’estate e l’autunno non c’è la possibilità di fotografare i sciatori e per questo ho iniziato a fare delle foto landscape e della natura. Con il tempo ho trovato il mio stile e soprattutto con l’app Instagram ho trovato tanti nuovi amici che condividono la stessa passione. In Alto Adige ci sono tanti luoghi famosi da fotografare, ma il mio obiettivo è di mostrare i posti non cosi conosciuti. Voglio vedere la natura reale e per questo dormo quasi sempre in tenda o biwack. Essere un EverydayClimber significa per me di vedere le montagne in un’altra luce. Siamo solo ospiti in quel spazio vitale e per questo è importante di proteggerLa.

ELISA MARUKA

Una volta non amavo la montagna, poi a 25 anni suonati il mio primo amore me l’ha fatta scoprire e da lì non sono più riuscita a farne a meno, per il semplice motivo che la montagna riesce trasmettermi un senso di pace che nella vita di tutti i giorni non riesco più ad avere. Elisa, 28 anni, Milano, @elyyym su instagram.

ALESSIO MORETTI

Sono Alessio, un ragazzo laureato in economia e commercio con una grande passione per la fotografia. Cos’è per me la montagna? Per me la montagna è casa poiché abito in un paesino delle marche a 900 metri di quota, proprio nel cuore dei Monti Sibillini. Amo la montagna perché è uno dei pochi luoghi ormai in cui si può trovare ancora un po’ di tranquillità, respirare aria pulita e stare a contatto con la natura. È indescrivibile la sensazione che si prova facendo lunghe escursioni arrampicandosi su per la montagna per raggiungere la vetta. Due, tre, quattro ore di cammino sono sempre ripagate da una vista sensazionale e per pochi istanti ti senti il padrone del mondo e svaniscono tutti i pensieri, lo stress o le preoccupazioni; per un attimo si è liberi dalle pressioni e dai ritmi di quest’epoca.

ENRICO VERONESE

Enrico 25 anni. Da sempre con la passione della montagna. Dapprima grazie al babbo che mi ha fatto scoprire il magico mondo delle Alpi e Dolomiti e successivamente con la pratica dell’arrampicata sportiva. Ora come conclusione del mio percorso mi sto preparando al percorso di guida alpina e associandolo con la passione per la fotografia cerco di rendere ogni giorno libero un’avventura unica!

TRAVELLER SHOP


Scorpri i prodotti di tendenza su Amazon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *