Dalla nuova versione di WordPress è stato inserito uno strumento molto utile per avere una panoramica sullo stato di salute del tuo blog/sito. Lo trovi sotto la voce Strumenti -> Stato di salute.

Tra i suggerimenti ci sono solitamente:

  • Rimuovere i plugin non utilizzati (sono un aggancio per gli hacker)
  • Rimuovere i temi non attivi (idem)
  • Aggiornare la versione di PHP
  • Le “REST API” hanno incontrato un errore

I primi due sono facilmente risolvibili, andando ad eliminare tutto ciò che non è necessario.

Per aggiornare la versione di PHP potrai farlo tramite il tuo provider di hosting o con un plugin (ricordati prima di fare un backup, non è detto che il tuo sito regga la nuova). Grazie ad esempio plugin SG Optimizer di Siteground puoi verificare se il tuo sito è compatibile con le versioni più recenti di PHP ed aggiornarlo direttamente dal tuo pannello di controllo WordPress in un click.

Il punto in cui si trova il comando per cambiare la versione PHP varia dai differenti provider. Se non trovi nulla in rete riguardo al tuo puoi sempre aprire un ticket di supporto. Se non è così, ti consiglio di cambiare hosting 🙂

Per quanto riguarda le REST API invece, sono un tema nuovo di WordPress 4.4, ma per questo momento ti basta sapere che se riscontri un errore potresti anche disabilitarle.

Controllare i link rotti

Trovare collegamenti interrotti (e rimuoverli o sostituirli) è un modo semplice per garantire che il tuo sito rimanga pertinente e affidabile. Invece di cercare i collegamenti interrotti manualmente, è possibile utilizzare un plug-in dedicato per accelerare il processo.

Broken Link Checker è il plug-in ideale per correggere i collegamenti del tuo sito. È semplice da usare e molto personalizzabile. Ogni giorno è possibile ricevere una newsletter con la lista dei nuovi link rotti. Personalmente ho preferito cancellare il plugin una volta utilizzato in quanto era stato segnalato come possibile…indesiderato. I link possono essere corretti in maniera rapida andando a cancellare il collegamento o rimpiazzando il link. Fate attenzione però, date un’occhiata alla sezione degli articoli eliminati per assicurarvi che tutto sia andato per il meglio (ecco perché preferisco correggere i link a mano e cogliere l’occasione di dare un’occhiata all’articolo relativo per aggiornarlo).

Attacchi malware al tuo blog

Per scoprire se il tuo blog è vittima di alcuni attacchi malware puoi rendertene facilmente conto grazie al plugin Wordfence.

Dopo averlo installato provvederà infatti a fare una scansione di tutti i componenti del tuo blog. Se vai nella sezione “scan” potrai vedere lo stato di avanzamento e gli errori trovati.

Se vengono trovati file malevoli come ” wp-feed.php” , “wp-tmp.php” e ” wp-vcd.php” vuol dire che hai un problema. Puoi provare ad eliminarli direttamente dal tool di Wordfence cliccando sul problema e selezionando “delete file”, ma la cosa migliore da fare è interrompere il loop malevolo direttamente nel file “sorgente”.

Entra nel Cpanel e quindi Gestione file del tuo sito. Quindi entra nelle cartelle “Public_html” -> wp-content -> themes (seleziona il tuo tema) -> Function.php

Gli altri file da eliminare li troverai nella cartella “wp-includes“.

Apri il file Function.php editandolo direttamente dal browser o scaricandolo e aprendolo con un semplice editor di testo. Se trovi questo messaggio all’inizio significa che hai un problema anche in function (non necessariamente, anche se hai trovato gli altri file malevoli).

<?php
if (isset($_REQUEST[‘action’]) && isset($_REQUEST[‘password’]) && ($_REQUEST[‘password’] == ‘1f501615e985a65b627398d427c88767’))
{
$div_code_name=”wp_vcd”;
switch ($_REQUEST[‘action’])
{ ecc…ec…

Grazie a Nicola

Devi quindi procedere ad eliminare questo pezzo di codice. Da “<?php…” fino a “>”. Attenzione, non devi eliminare tutto il contenuto del file! Perché solitamente dopo il primo “<?php…” ne inizia un altro! Quindi solitamente la fine del primo lo trovi a metà… o comunque noti che finisce perché appunto ne inizia un altro.

Fai attenzione a non buttare altri files con il nome simile! Cerca sempre di spostarli tutti all’interno del cestino di cpanel prima di cancellarli definitivamente.

 

Url malevoli in entrata

Tutti i Backlink sono positivi? No! Alcuni url che puntano al nostro blog possono essere molto tossici.

Grazie SEMrush Backlink Audit tool potete dare un’occhiata ai siti che puntano verso il vostro sito e decidere di “staccare la spina” con quel link (Potete iniziare con 7 giorni di prova gratuita).

Google Search Console

Ultimo ma non ultimo, la Google search console ci da una panoramica totale del nostro blog. Qui infatti è possibile:

  • Verificare che Google riesca a trovare il tuo sito ed eseguirne la scansione.
  • Risolvere problemi di indicizzazione e richiedere una nuova indicizzazione dei contenuti nuovi o aggiornati.
  • Visualizzare dati sul traffico della Ricerca Google relativi al tuo sito: frequenza di visualizzazione del tuo sito nella Ricerca Google, per quali query di ricerca viene mostrato il tuo sito, frequenza di click-through degli utenti per tali query e non solo.
  • Ricevere avvisi quando Google riscontra problemi di indicizzazione, spam o di altro tipo sul tuo sito.
  • Mostrarti i siti che rimandano tramite link al tuo sito web.
  • Risolvere problemi relativi ad AMP, usabilità su dispositivi mobili e altre funzionalità di ricerca.

google search console

Ci sono tanti altri strumenti per controllare lo stato di salute del blog! Resta aggiornato sul gruppo Facebook!

SEGUICI SUI SOCIAL!

Ci puoi trovare su Instagram sotto il nome di @my.trip.map e @disciules

Su Facebook siamo mytripmaps
Puoi scoprire le nostre offerte di viaggio su @piccioneinviaggio
Iscriviti al gruppo Facebook per Travel Blogger
Infine, seguici su Tripadvisor

Scorpri i prodotti di tendenza su Amazon!

Questo sito contiene link di affiliazione ai prodotti. Potremmo ricevere una commissione per gli acquisti effettuati tramite questi collegamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *