Un mini tour per poter visitare alcuni dei luoghi più belli della Svizzera (con la tappa piu lontana raggiungibile in circa 4/5 ore da Milano)
A mini tour to visit some of the most beautiful places in Switzerland (the most distant place takes about 4/5 hour from Milan)

Il percorso di seguito ha come partenza Milano, alla volta della Val Verzasca (2 ore) (con possibile tappa al ponte tibetano) si prosegue quindi per Caumasee (un bellissimo laghetto) (2 ore) per arrivare ai piedi di Ebenalp (altra 1.30) dove successivamente saliremo alla volta del lago Seealpsee e del rifugio incastonato nella parete della montagna.

The following trip start at Milan, followed by Val Verzasca (2 hours) we continue towards Caumasee (a beautiful pond) (2 hours) to arrive at the foot of Ebenalp (another 1.30h) to se the lake of Seealpsee and the refugee carved into the mountain wall.

La partenza per questo tour è consigliabile in estate, per ammirare i laghetti, farci magari anche il bagno e per poter salire e scendere facilmente al rifugio Aescher.
Ultimo consiglio prima di partire è quello di stare molto attenti alla guida in svizzera in quanto ogni eccesso di limite di velocità potrà causarvi una spiacevole multa.
Per entrare in svizzera è necessario acquistare la vignetta per un costo di circa 40 euro (valida poi per un anno). Ricordatevi anche di cambiare un po’ di soldi in franchi perchè inoltrandovi nel paese gli euro non saranno più accettati.

L’itinerario segnato prevede tre tappe di sola andata, per il ritorno potete fare il percorso al contrario e fermarvi negli stessi posti nel caso in cui la prima volta non abbiate avuto fortuna con il tempo (cosa che vi consiglio perchè anche andandoci in estate la probabilità di trovare sempre bel tempo è bassa, anche e soprattutto a metà agosto quando qui l’estate è in corso di chiusura)

Prima tappa – Val Verzasca

Il verde chiaro del Verzasca è magico: come giada incandescente l’acqua si scava un passaggio attraverso le rocce levigate. A Lavertezzo scorre sotto il pittoresco doppio Ponte dei Salti: è qui che, costeggiando il fiume Verzasca, si trovano comodi letti di pietra, idromassaggi naturali e, sul Sentierone per Brione, 17 opere d’arte. Un bagno qui, in uno scenario tanto romantico e singolare, è d’obbligo. Chi, però, insegue sfide più adrenaliniche, è atteso al Lago di Vogorno, presso l’imbocco della valle: qui, dai 220 m della diga del Verzasca, anche James Bond si è gettato nel vuoto tenuto solo da una fune di gomma. Per chi si vuol cimentare nell’impresa: lo «007 Bungee Jump» dura 7,5 secondi.
Fonte: myswitzerland

In alta stagione è un posto molto visitato e pieno quindi di gente che si rinfresca nelle chiare acque o fa tuffi dal Ponte dei Salti ma un posticino lo si trova sempre. State attenti a dove fate il bagno perchè essendo un fiume è molto pericoloso e in alcuni tratti sono presenti delle rapide.

VAL-verzasca.jpg


Il ponte tibetano Carasc

Raggiungibile ad un’oretta di cammino (facile) da Curzutt dopo aver preso la funivia. (Monte Carasso, Bellinzona). Ancorato ad una quota di 696 m, nel punto centrale il ponte s’innalza a ben 130 m dal suolo. Qui potete vederne un video.

ponte-tibetano-carasc.jpg


Seconda tappa – Caumasee

Caumasee è uno dei laghetti più belli della svizzera (che non ho ancora avuto il piacere di visitare in quanto il tempo ad agosto durante la mia visita non è stato clemente.)

 Si può facilmente raggiungere dal parcheggio (seguire le indicazioni all’interno del paese) con una breve passeggiata ed un ascensore gratuito simile ad una funicolare. Potete anche entrare solo al ristorante pagando l’ingresso che verrà scalato. L’ingresso al lago è comunque a pagamento, se non entrate fate il giro del lago esternamente ad una recinzione. Potete fare il bagno, fare il giro con i pedalò, prendere il sole. Ci sono anche aree attrezzate per bambini. È comunque un lago affollato quindi non andate il weekend se volete tranquillità. fonte: tripadvisor


Ultima tappa – Rifugio Aescher

Ultima tappa del nostro percorso, se avete visitato le prime 2 con tutta calma (concedendovi un bagno e riposando nelle vicinanze) potreste essere pronti a salire al rifugio (a piedi o con la funivia) e dormire al rifugio (le stanze sono in comune così come il bagno). Per salire ci vogliono circa 1.30/ 2 ore mentre con la funivia pochi minuti ma ad un prezzo salato di 20 euro solo salita o 30 salita+discesa. Il mio consiglio è quello di acquistare la sola salita per poi scendere dal rifugio alla volta del lago Seealpsee.

Dal 2015 hanno aggiunto un aiuto per scendere di cavi ai quali attaccarsi o fare la ferrata in inverno ma a mio avviso comunque molto pericoloso e scivoloso anche in estate e sconsiglio dunque di portare i bambini a fare la discesa. In alternativa potete acquistare un biglietto andata e ritorno per il rifugio e successivamente risalire (1h) per visitare il lago anche se la salita richiede un certo impegno fisico nell’ultimo tratto.

IMG_20160810_132619

D’estate è molto affollato ed è persino difficile trovare posto per pranzare 🙂
Poco più distante troviamo il lago con la possibilità di noleggiare per 2 euro (se ricordo bene) delle barchette!

IMG_20160810_170330


Il viaggio volge al termine ma periodicamente la cartina verrà aggiornata per segnalare altri posti interessanti sul percorso 🙂

TRAVELLER SHOP


Scorpri i prodotti di tendenza su Amazon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *