Prima di partire ho cercato a lungo articoli completi che parlassero di una esperienza fai-da-te a Cuba ma purtroppo ho trovato poco, non so se per mancanza di materiale o indicizzazione di tali articoli. Scrivo questo articolo per dare informazioni aggiornate (giugno 2023) a tutti coloro che desiderano mettersi in viaggio per questo paese che presenta non poche difficoltà.

Cosa sapere prima di partire per Cuba

Prima di partire per l’isola di Cuba, ci sono alcune cose importanti da sapere. Innanzitutto, è necessario ottenere un visto turistico (tarjeta del turista) per poter entrare nel paese. È possibile richiederlo presso l’ambasciata cubana nel proprio paese o tramite un’agenzia di viaggi specializzata. Inoltre, è importante essere consapevoli delle condizioni meteorologiche durante il periodo del viaggio, in quanto l’isola può essere soggetta a uragani e piogge intense.

Un’altra cosa da tenere a mente è la valuta cubana. A Cuba si utilizza il peso cubano convertibile (CUC), che ha un tasso di cambio fisso rispetto al dollaro americano. È consigliabile portare con sé tutti i contanti che si ha intenzione di spendere, in quanto sono più facilmente convertibili in CUC. Questo perché le carte di credito non sono accettate ovunque sull’isola, quindi è consigliabile portare con sé una quantità sufficiente di contanti (e soprattutto perché per prelevare nei pochi sportelli disponibili dovrete attendere più di un’ora).

Il periodo migliore per visitare l’isola è da Ottobre ad Aprile. In tutte le altre stagioni farà troppo caldo per visitarla e non troverete la caratteristica musica e turisti che rallegrano le vie.

Infine, è importante informarsi sulle abitudini e le tradizioni cubane. Cuba ha una cultura ricca e vibrante, e conoscere alcune delle sue usanze può arricchire notevolmente l’esperienza di viaggio.

Come e dove ottenere il visto per Cuba

Per ottenere la tarjeta del turista puoi recarti all’ambasciata Cubana, anche se noi abbiamo evitato questo metodo a Milano perché abbiamo letto recensioni scoraggianti su Google e ci siamo quindi rivolti ad una delle agenzie autorizzate. Ci è bastata una ricerca su Google per trovare quella più vicina a noi, e dopo aver fatto la procedura online inviando tutti i nostri dati abbiamo ricevuto il visto comodamente a casa (questo di solito ha un costo in più, circa 15€).

Noi lo abbiamo ricevuto molto in fretta, se ben ricordo nel giro di una settimana, ma il mio consiglio è quello di muoversi almeno con un mese di anticipo perché se dovessero esserci degli intoppi o dei ritardi almeno siete coperti.

Per vostra informazione, noi a Milano lo abbiamo richiesto a vistoturisticocuba.com

Il visto ci è costato 35€ a testa spedizione esclusa.

Assicurazione medica per Cuba

Negli articoli online leggevo che era necessario avere un’assicurazione tradotta in spagnolo e adatta per Cuba, in quanto veniva richiesta all’arrivo sull’isola (come del resto ci era capitato in Giordania durante gli anni della pandemia, quando per partire era necessario mostrare l’assicurazione medica, cosa che ora immagino non sia più necessaria).

A noi non è stato richiesto di mostrare nessun documento che attestasse di aver stipulato un’assicurazione medica, anche se ovviamente è la prima cosa da fare quando si decide di intraprendere un viaggio del genere.

A Cuba negli ospedali non c’è nulla, un nostro amico è stato assalito dai mosquito ed aveva bisogno di cure mediche, salvo accorgersi che l’unica cosa che potevano fargli in ospedale era una puntura di cortisone, ovviamente rifiutata…

Un volo di rientro per il vostro paese è la prima cosa a cui punterete a fronte di un problema di salute, quindi scegliete e stipulate un’assicurazione di viaggio!

Qui inserisco un simulatore per permettervi in tutta semplicità di ottenere un preventivo e stipulare la vostra (io ho scelto una copertura multiviaggio annuale)

Informazioni su volo e trasporti

Per raggiungere Cuba, è possibile prendere un volo diretto con Neos Air oppure optare per le tante compagnie che fanno scalo in diverse capitali Europee con un prezzo nettamente più basso. Parlo di Air Europa, Air France e Iberia.

Quanto tempo prima devo prenotare un volo per Cuba? ovviamente anche questo dipende, noi abbiamo prenotato a gennaio/febbraio per giugno ed abbiamo speso solo 400€ a testa a/r in quanto si trattava di un periodo di bassa stagione.

Normalmente i prezzi di alta stagione arrivano a 1000, 1200€ a testa.

Una volta arrivati a Cuba, sarà necessario organizzare il trasporto per spostarsi tra le diverse città e attrazioni dell’isola. È possibile noleggiare un’auto presso l’aeroporto o presso una delle numerose agenzie di noleggio presenti nelle principali città, anche se in questo momento storico è qualcosa che vi sconsiglio assolutamente per tre motivi;

  • il primo è che il carburante è razionato ed ho sentito testimonianze di persone che hanno noleggiato un’auto e si sono ritrovate a piedi per mancanza di carburante (ho visto anche la fila per fare rifornimento alle ore 23 presso un distributore vicino all’aeroporto, insomma, non facile.
  • il secondo sono le strade in parte sterrate che non vi renderanno facile il viaggio
  • i limiti di velocità e la polizia locale con la quale dovrete giustificarlo

Un’altra opzione è l’utilizzo dei taxi, che sono abbondanti e relativamente economici se condivisi con più persone. Inoltre, esistono anche autobus locali che collegano le principali città dell’isola come le seguenti compagnie:

www.viazul.com,  http://www.solwayscuba.com/traslados/http://www.alojamientosencuba.com/ , http://www.suntransfers.com/ www.gaviota-grupo.com/es/puntos-de-renta,  www.rex.cuwww.havanautos.es

Noi ci siamo spostati con i taxi condivisi, grazie all’organizzazione dei gestori delle case particular nelle quali abbiamo soggiornato che prontamente si informavano per prenotare una corsa condivisa con altre persone.

Dove alloggiare

Cuba offre una vasta gamma di opzioni di alloggio, che vanno dagli hotel di lusso alle case private. Se si preferisce un’esperienza più autentica, consiglio di soggiornare in una casa particolare, chiamata “casa particular“. Queste case sono gestite dalle famiglie cubane e offrono camere private (e bagni privati) agli ospiti. È un modo fantastico per entrare in contatto con la cultura locale e sperimentare l’ospitalità cubana in quanto oltre a vedere con i propri occhi come si vive nel paese avrete modo di chiedere informazioni alla famiglia per muovervi nelle città.

Per prenotare affidatevi ad Airbnb (Booking non esiste).

Itinerario consigliato per 7 giorni (L’Avana, Trinidad, Cayo)

Per coloro che hanno solo una settimana per visitare Cuba, ecco un itinerario consigliato che copre alcune delle principali attrazioni dell’isola. Ammetto che il nostro è stato un itinerario insolito nel senso che chi sceglie di affrontare un volo di 11 ore si ferma solitamente per almeno due settimane. Inserirò quindi anche le possibili tappe da includere se vorrete allungare di qualche giorno il vostro viaggio.

Su Polarstep ho segnato tutto l’itinerario e le foto.

Se volete replicare per intero l’itinerario con tutte le info vi lascio il file excel a fine articolo con tutte le informazioni.

Giorno 1-2: L’Avana

Iniziate il vostro viaggio a Cuba esplorando la vibrante città di L’Avana. Dedicate almeno due giorni per esplorare i quartieri storici come La Habana Vieja e Vedado. Ammirate l’architettura coloniale, visitate i musei e godetevi la vivace vita notturna della città (nel periodo di alta stagione in quanto a giugno per le strade non c’era assolutamente nessuno e gli unici locali a far festa erano quelli più turistici come la Floridita). Assicuratevi di fare una passeggiata lungo il Malecon, la famosa strada lungo la costa, per godervi una vista mozzafiato sul mare.

Quanti giorni ci vogliono per visitare l’Avana? Dipende dal proprio gusto in quanto per noi 2 giorni sono stati anche troppi (ammetto che non è stato il nostro viaggio del cuore ma non è stato così per altre persone con cui ho parlato quindi è davvero un viaggio soggettivo!) mentre per altre persone se ne concedono almeno 3-4.

Cosa c’è da vedere o fare?

Noi abbiamo fatto una passeggiata e ci siamo fermati a vedere il Campidoglio (la visita più costosa, 20€ acquistato nel negozio di fronte) ed il museo di arte (direi che merita, il prezzo è bassissimo ed eravamo gli unici visitatori…). Segnalo inoltre la fabbrica di tabacco Partagás e Parque de la Fraternidad Americana.

Per il resto direi che ci sono le visite guidate da fare, alcune che ho trovato online sui portali di prenotazione sono addirittura più convenienti e vi consiglio quindi di prenotare in anticipo in quanto non so se una volta arrivati a Cuba questi servizi potranno essere prenotati (ad esempio sull’isola è bloccato tiktok ed il pagamento su airbnb).

Dove mangiare?

Anche in questo caso la scelta è tra i ristoranti statali o quelli privati. I primi hanno un prezzo medio alto, quasi come in alcune delle nostre città italiane, nei secondi invece potrete trovare piatti a 2-3 euro.

Giorno 3-4: Trinidad

Da L’Avana, dirigetevi verso sud per raggiungere la bellissima città di Trinidad. Noi ci siamo andati con un taxi condiviso da 9 persone con circa 35€ a testa per 4 ore. Questa città coloniale è un patrimonio mondiale dell’UNESCO ed è famosa per le sue strade lastricate, le case colorate e le chiese storiche. Esplorate il centro storico di Trinidad, visitate il Museo Romantico, la Casa della Musica e fate una passeggiata lungo la Plaza Mayor. Se amate la natura, potete anche fare un’escursione al Parco Naturale Topes de Collantes, che offre splendidi paesaggi e cascate.

La sera non dimenticate di fare un salto da Disco Ayala, la discoteca nella roccia!

Per l’aragosta a 5€ c’è Dona Clara, ristorante che trovate direttamente in una delle vie adiacenti la piazza.

Giorno 5-7: Cayo Santa Maria

Terminate il vostro viaggio a Cuba rilassandovi sulle splendide spiagge dei Cayo. Questo arcipelago di isole è famoso per le sue acque cristalline, i fondali ricchi di coralli e le spiagge di sabbia bianca. Trascorrete le vostre ultime due/tre giornate di vacanza facendo snorkeling, prendendo il sole e godendovi la tranquillità delle isole.

Ovviamente l’acqua era splendida, dopotutto siamo ai Caraibi, ma il resort è stato terribile.

Abbiamo soggiornato presso 5* Meliá Las Dunas, un resort a 5 stelle a Cayo Santa Maria che abbiamo raggiunto da Trinidad con un taxi condiviso da 4 persone ed abbiamo speso 30€ a testa per 3 ore di viaggio. Quel che non ti dicono è che anche i resort subiscono l’embargo, quindi ogni giorno i prodotti sono razionati ed al mattino finiscono i bicchieri e le bevande. Siamo stati in 2 persone su 4 molto male a seguito di un pranzo sbagliato (evitate come al solito cozze, vongole e carne poco cotta o cotta in bassa temperatura).

Inoltre al momento della mia visita metà resort era chiuso ed erano 4 su 12 i ristoranti aperti (2 su prenotazione, inclusi comunque nel prezzo – e vi consiglio di prenotarli perché il ristorante principale a parer mio è stato una delusione).

Al ritorno abbiamo deciso di soggiornare ancora una notte a l’Avana per la paura che il giorno della partenza non ci fosse nessuno che ci accompagnasse all’aeroporto dai Cayo (a volte i taxisti ti danno “buca” o finisce il carburante, anche se a noi non è mai capitato).

Con un itinerario come questo, avrete modo di scoprire alcune delle principali attrazioni di Cuba in soli 7 giorni. Tuttavia, l’isola offre molto di più da esplorare, quindi se avete più tempo a disposizione, vi consiglio di prolungare il vostro soggiorno per scoprire altre città (c’è tutto il sud dell’isola…).

REPLICA L’ITINERARIO

Tutte le foto

Seguici sui social!

Ci puoi trovare su Instagram sotto il nome di @my.trip.map per i viaggi worldwide e @disciules per quelli nel Nord Italia.

Su Facebook sono mytripmaps



Prenota le attività


Per vedere questa sezione abilita la pubblicità sul sito

Questo sito contiene link di affiliazione ai prodotti. Potremmo ricevere una commissione per gli acquisti effettuati tramite questi collegamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *