Qualche consiglio per una gita alle porte della svizzera nelle vicinanze di St Moritz (o San Maurizio o come lo troverete sul navigatore “Sankt Moritz“)


MONTESPLUGA

Non il punto di accesso più comodo arrivando da Milano per giungere in svizzera ma molto bello da vedere; quello che vi consiglio è il Monte Spluga con il relativo Passo dello Spluga (accertatevi dell’apertura sul sito).

 

1kjd.jpg

Un posto che visitato nelle giornate d’autunno ricorda una radura abbandonata o un altro pianeta ed è proprio ciò che lo rende per me un posto molto bello anche se non molto sfruttato e con strutture molto vecchie, come del resto tutti i passi di montagna.

montespluga.jpg

Il lago è formato da una diga che nella cornice della della cittadina ai piedi del Lago di Montespluga merita sicuramente una tappa se volete riposare e stare lontano dalla civiltà potendo trovare qui un paio di alberghetti (assicuratevi prima della loro apertura perché in inverno/autunno potrebbero essere chiusi.)

dormire

Il panorama si fa molto interessante anche prima di arrivare a Montespluga ovvero nelle vicinanze di Campodolcino o prendendo la deviazione per Madesimo.

Nella città di Montespluga sono presenti due piccoli hotel, se invece preferite qualcosa di rinnovato e meno isolato potete andare nella vicina città di Campodolcino (qualche tornante per raggiungere la cittadina circondata dalle montagne) o nella frazione subito sopra di Fraciscio (L’hotel Stella Alpina offre una buona soluzione qualità/prezzo nella zona)

montespluga-2

L’inconveniente di questo piccolo posto di montagna è che dovete affrontare molti passi di montagna e quindi molte curve. In particolare da Chiavenna Montespluga le curve sono davvero tante ed il percorso è abbastanza difficile da intraprendere se non si è abituati alla guida in curva.


 

Prima di andare a St Moritz potete fermarvi lungo i laghi che potete trovare in svizzera. Se arrivate da Milano potete passare dalla Val Verzasca (tappa obbligatoria in estate per rinfrescarvi con un tuffo nelle acque ghiacciate del fiume)

Potete avere maggiori informazioni leggendo l’articolo del blog “Little tour of switzerland

VAL-verzasca.jpg

Caumasee

Il lago Caumasee è davvero uno spettacolo della natura, soprattutto in estate durante le belle giornate quando la luce colpisce l’acqua e riflette tutta la sua cristallinità.

Il costo del parcheggio è di un franco all’ora ed è possibile inserire anche monete per frazioni d’ora. Dopo le 6 ore il costo si ferma a 6 franchi per l’intera giornata.

Merita una visita dunque quando il bel tempo lo permette; in estate vi è la possibilità anche di balneazione al  costo di ingresso di circa 9 franchi. Ciò vi permette anche di accedere ai pedalò e gratuitamente alla funicolare di risalita in quanto vi è una leggera discesa per accedere al lago.

Se vi capita invece di visitare il posto durante l’autunno o l’inverno il prezzo dovrebbe essere gratuito, ho visitato il Lago nei primi di novembre e non vi era alcuna recinzione con libero accesso così come la funicolare funzionante gratuitamente ed i pedalò credo liberi.

 

Il percorso che vi suggerisco per visitarlo è quello una volta arrivati al lago di andare verso sinistra per poi proseguire nel bosco e fare un percorso trekking molto facile che vi porterà ad una vista meravigliosa sul fiume Reno e ad una vedetta panoramica molto bella che vi permetterà un’ampia vista a 360 gradi su tutta la valle. Credo che nei dintorni sia possibile anche arrivare a cavallo e in bicicletta.

vist-sul-reno


St Moritz

Per arrivare ai piedi del ghiacciaio passiamo prima attraverso la dogana tra la Valchiavenna e Bregaglia; da qui in avanti troverete diversi laghetti uno più bello dell’altro per arrivare infine a St Moritz. Oltre alla bellissima vista, ciò che apprezzo di più di questo posto è sicuramente il bagno pubblico. È uno dei bagni pubblici più belli che abbia mai visto al profumo di caramella ed è assolutamente pulitissimo oltre che essere gratuito in quanto situato presso il parcheggio che troverete alle porte della città  ( è gratis per un’ora) . Altra cosa che posso segnalarvi è che nei pressi del parcheggio potreste trovare un WiFi gratuito al quale aggrapparvi (di un’azienda credo, provate)

Se visitate la città in autunno diciamo fino a fine ottobre potrete trovare ancora il sole e le acque chiare mentre se la visitate in inverno troverete un paesaggio innevato con il laghetto ghiacciato e la tipica corsa dei cavalli su ghiaccio simbolo della città.

(nelle foto i due laghi prima della città)

 

 

Morteratsch

Per visitare il ghiacciaio potete arrivare con il treno o lasciare la macchina nel parcheggio di Morteratsch (dopo la città di Pontresina). Qui troverete spazio anche per il Camping ed un paio di Hotel dei quali non sono sicura fossero aperti. I prezzi del parcheggio sono di un franco ogni ora.

ghiacciaio Morteratsch.jpg

La difficoltà  del percorso è elementare e adatto a tutti, in estate potete anche dotarvi di normali scarpe. Il dislivello totale in salita sono 50 metri ed il tempo di percorrenza è di 50 minuti. Lungo tutto il percorso potrete vedere dei paletti consegnati dalla data che indica dove arrivava il ghiacciaio in quel tale anno. Fa davvero rabbrividire perché il primo paletto distava un’ora di cammino dalla fine del percorso e una volta arrivati alla fine troverete il ghiacciaio praticamente scomparso. Per ammirarlo completamente sarebbe necessario fare un percorso differente da quello classico.

TRAVELLER SHOP


Scorpri i prodotti di tendenza su Amazon!

Nessun commento


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *